Se confermata, la voce che gira su un’eventuale ritorno della Gelmini al ministero dell’istruzione, sarebbe una delle tragiche conseguenze del suicidio della sinistra italiana che ha perso completamente la bussola e la faccia fino a consentire il ritorno di una delle persone più incompetenti ed arroganti nella storia della scuola repubblicana. Probabilmente anche la più detestata da docenti e studenti. Proprio per questo motivo sarebbe un pessimo segnale: la conferma di un arroccamento della politica nel palazzo sempre più sorda e miope nei confronti dei cittadini.

Annunci