Scuole private: Per il 2013 sono previsti 223 milioni in più rispetto i 279 già messi a bilancio.  (Disegno di legge sulla stabilità – art. 2 comma 27)
Scuole pubbliche: Per il 2013 il Fondo per l’istituzione scolastica verrà diminuito di 47,5 milioni di euro.
Ma questo è solo l’inizio… Articolo 1 comma 40:
Il fondo di cui all’articolo 4, comma 82, della legge 12 novembre 2011, n.183, è ridotto di 83,6 milioni di euro nell’anno 2013, di 119,4 milioni di euro nell’anno 2014 e di 122,4 milioni a decorrere dall’anno 2015.

Tutto questo quando, a causa dei tagli dello Stato e di carenze strutturali, sono sempre più frequenti i casi di bambini esclusi dalla scuola dell’infanzia per mancanza di posti. Caso eclatante a Bologna, dove in questo anno scolastico 400 bambini sono rimasti fuori. Indovinate dove andranno a parare i genitori…
Tutto questo nonostante diversi studi abbiano dimostrato la maggior efficienza delle scuole pubbliche. Il più recente è quello effettuato dalla Fondazione Agnelli che  ha monitorato più di mille istituti di quattro regioni e 145000 diplomati che hanno proseguito con gli studi universitari, ricostruendo le loro carriere (esami, voti, crediti). In Lombardia e Piemonte gli ultimi 50 posti sono quasi tutti delle scuole non statali.

Queste alcune conclusioni generali al termine dell’indagine:
1.      emerge la buona qualità della formazione fornita dagli istituti tecnici, se valutata in termini di effetto scuola;
2.      emerge un effetto provincia: gli studenti dei piccoli centri hanno in media performance universitarie migliori rispetto ai grandi centri urbani;
3.      nonostante la presenza di alcune realtà di chiara eccellenza, la performance della maggior parte delle scuole non statali è deludente rispetto a quelle statali.

Fonti:
Fondazione Gianni Agnelli
Il Fatto Quotidiano (5 aprile 2012)

Nel nostro Istituto Comprensivo (Alfonsine, RA) come del resto in tutta Italia, per l’anno scolastico corrente al momento non si è visto ancora un soldo. Motivo per cui il collegio docenti il 5 novembre non ha approvato il il POF per poi in seguito sospendere tutte le attività, i progetti e le commissioni finanziate dal fondo d’istituto. Questa scelta è stata comunicata e condivisa in assemblea con i genitori delle scuole che si sono attivati insieme ai docenti per dare vita al comitato che ha indetto la manifestazione “Abbracciamo la scuola” da cui ha preso il nome a questo blog.
Questo gruppo di lavoro si sta organizzando e strutturando per darsi obiettivi concreti sul territorio ma anche in ambito più generale grazie alla rete. Il prossimo incontro, aperto a tutti,  si svolgerà il 10 gennaio 2013 ad Alfonsine.

Annunci